Crea sito

Archive | agosto, 2014

Frida Kahlo, forse non tutti sanno che

21 agosto 2014

Commenti disabilitati su Frida Kahlo, forse non tutti sanno che

Alle Scuderie del Quirinale di Roma è in corso, fino al 31 agosto, la prima retrospettiva italiana dedicata all’artista messicana Frida Kahlo. Alcune delle fotografie esposte alla mostra vennero realizzate da Nick Muray, un fotografo ungherese che conobbe nel 1931 e che fu il suo amante per dieci anni, mentre era già sposata con il pittore messicano Diego Rivera. Ecco alcuni tra gli aspetti più insoliti della vita di questa pittrice straordinaria:

El arte mas poderoso de la vida, es hacer del dolor un talisman que cura, una mariposa renace florecida en fiesta de colores!” – Frida Kahlo

1- Magdalena Carmen Frieda Kahlo y Calderón è nata a  Coyoacán nel 1907, nella casa dei suoi genitori, La Casa Azul, luogo che oggi ospita il Museu Frida Kahlo. La pittrice messicana era alta 1.60 metri e aveva una gamba più sottile dell’altra a causa della poliomelite che l’aveva colpita all’età di 6 anni. Per questo motivo era stata soprannominata gamba di legno.

10430433_10152264540337426_971300349404377481_n1

2- Dicono che Frida amasse bere la birra. Una vecchia fotografia del 1943 la ritrae mentre sorseggia una Bohemia, marchio che di recente ha usato il volto dell’artista per una edizione speciale delle sue bottiglie.

WEIZEN_02_REnder_final-fahrenehit

3- A dociotto anni ebbe un gravissimo incidente in autobus che peggiorò il suo stato di salute, sempre molto precaria. Ebbe anche una difficile e travagliata relazione con il pittore Diego Rivera, che non contribuì al raggiungimento di un equilibrio personale.

Unknown

4- Il nome del disco “Viva la vida” dei Coldplay trae ispirazione da uno dei quadri di Frida. Sulla copertina si legge, appunto, “Viva la vida”.

51mxLk+OWUL

5- Il testo del brano “Scar Tissue”,dei Red Hot Chilli Peppers – scritto da Anthony Kiedis – fu dedicato a Frida Kahlo.

images-1

6- In uno dei suoi diari, Frida spiega alcuni dei riferimenti ai colori utilizzati per dipingere le sue opere. Il verde, ad esempio, simboleggia la luce calda e la bontà, il giallo la pazzia, la paura e la malattia, anche se allo stesso tempo simboleggia il sole e l’allegria. Il blu cobalto rispecchia l’elletricità, l’amore e la purezza. Il nero, che nulla è nero. Le foglie verdi sono la tristezza e la scienza. Il giallo verdognolo riporta alla follia e al mistero (i fantasmi usano questo colore). Il verde scuro è il colore dei  buoni affari e delle cattive notizie.

kahloroots

7- Il giorno del suo matrimonio con Diego Rivera, nel 1929, Frida avrebbe dovuto indossare un vestito di pizzo bianco, ma decise all’ultimo per un abito tradizionale preso in prestito dalla domestica dei suoi genitori. Da quel giorno che decise di indossare solamente quel genere di abito.

Frida-Kahlo 

9-  Frida amava le pettinature stravaganti. Anche se alcune erano  tradizionali, lei riusciva a dare sempre un tocco di originalità. Frida amava usare come addobbi rose, margherite, nastri colorati e tutto ciò che potesse rendere originali le sue acconciature. Amava molto i fiori, tanto è che un giorno disse: “Li dipingo per non farli morire”.

Unknown-1

10- Frida era una grande collezionista. Tra i suoi oggetti preferiti si trovano ex voti avuti in regalo dai fedeli che avevano come protettore lo stesso santo della pittrice, fotografie e vestiti. Si pensi che nella sua casa, dopo la sua morte, furono trovati più di trecento abiti.

488150_10151082232887426_1581138487_n-600x400

11 – Nel 2012,  Vogue Messico ha scelto il volto di Frida Kahlo come copertina per il mese di novembre. La fotografia è di Nickolas Muray.

10500567_10152278853302426_8809242571015698873_n1

12- Il 13 luglio 1954 fu trovata morta nella sua casa. Aveva appena 47 anni e le sue ultime parole, scritte nel diario furono le seguenti: “Aspetto allegra la mia dipartita – e spero di non tornare mai più”.

tumblr_m9zl1zhLdk1qaz9wfo1_500

Continue reading...