Crea sito

KAMA Sesso e Design: la mostra alla Triennale di Milano (peccato che sia vietata ai minori di 18)

5 dicembre 2012

ARTICOLI


Kama nella religione indiana è il dio (deva) del piacere sessuale, dell’amore carnale e del desiderio, è rappresentato un pò come il cupido: un giovane che tiene in mano l’arco e la freccia. Kama è venerato dagli innamorati e dai praticanti dello yoga, perché è grazie a lui che ci si può liberare dal desiderio. Utilizzare il nome Kama come titolo di una mostra equivale a dare un messaggio e una valenza più complessa della parola eros, o erotico.

Il tema è sicuramente interessante: analizza il rapporto tra sesso e progetto. Come la sessualità si incorpora nelle cose, con quali modalità, strategie, forme e modi. Silvana Annicchiarico è la curatrice della rassegna, all’interno della mostra, che rintraccia radici storiche, mitiche e antropologiche fino ai giorni nostri: oltre 200 fra reperti archeologici, disegni, fotografie, oggetti d’uso e opere di artisti e designer internazionali. Dai vasi etruschi agli amuleti fallici di epoca romana, fino a Dalì e Sotsass. Tra le curiosità anche il calco del pene in gesso di Jimi Hendrix, realizzato da Cynthia Plaster Caster, famosa groupie, che negli anni Sessanta iniziò a raccolgiere i calchi in gesso dei genitali di varie rockstar.

 

                                                                   

 

L’intenzione è quella di andare oltre il concetto di lucirosse e della stereotipazione dell’eros. Allora perché mai vietarla ai monori di 18 anni? Le parole della curatrice sono state queste: «In questo momento storico ritengo che un museo non debba solo dare risposte per soddisfare un bisogno e forse un sogno. Ma soprattutto interrogarsi su un tema nevralgico che ci riguarda tutti… Basti pensare agli scandali politici del bunga-bunga o il fenomeno delle “Cinquanta sfumature di grigio”. Questa invece vuole essere un’occasione per raccontare come la storia del progetto abbia affrontato il tema con trasparenza e, a volte, persino sacralità». Mi domando, i ragazzi, quelli under 18, quelli che hanno il mondo della pornografia a disposizione in rete, quelli che forse hanno più bisogno di una guida “intelligente” che li aiuti a selezionare, anche nel grande magma delle emozioni…tutti quelli, perché non pensare ad un percorso ad hoc che li guidi in una mostra definita “occasione”?

Mahh…..

Dal 5 dicembre al 10 marzo. La mostra è aperta dal martedì alla domenica dalle 10.30 alle 20.30.  Giovedi dalle 10.30 alle 23.00.

VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

 


, , , , ,

Comments are closed.