Crea sito

BRICS: colossi più vicini, Medvedv in Brasile e Cuba

25 febbraio 2013

ARTICOLI


images-1

Due paesi del BRICS a confronto: il primo ministro russo Dmitri Medvedv è stato in Brasile il 20 e 21 febbraio per incontrare la presidente brasiliana Dilma
Rousseff e il vice-presidente Michel Temer per la sesta riunione della commissione russo-brasiliana di alto livello sulla cooperazione. Questa visita segue quella di Dilma Roussef a Mosca nel dicembre 2012, nel corso della quale avevano firmato un accordo intergovernativo sulla cooperazione militare.

Questa volta, sono stati firmati sette accordi di collaborazioni in vari campi.Il Brasile ha intenzione di rafforzare le sue difese aeree in vista dei mondiali del 2014 e dei giochi olimpici del 2016, per questo l’accordo prevede la vendita di un sistema combinato di missili e artiglieria Pantsir S1 e il sistema di lanciatori portatili di missili terra-aria Igla-S, oltre che  lo sviluppo di nuovi prodotti di difesa e la partecipazione di aziende brasiliane nei processi produttivi “con il trasferimento effettivo di tecnologia, senza limiti”.

Inoltre, progetti congiunti nel settore spaziale, dell’energetica, dello sport, istruzione, medicina e
industria hi-tech. La Russia spera di partecipare a una
gara d’appalto per la costruzione di quattro centrali nucleari in
Brasile fino al 2030. Un aspetto di grande rilevanza nei rapporti tra i due paesi e’ il settore energetico: due societa’ russe forniscono macchinari alle centrali idroelettriche del Brasile. Per facilitare la cooperazione nel settore del petrolio e del gas, alla fine del 2011 il Gazprom ha inaugurato una rappresentanza a Rio-de-Janeiro.

Per quanto riguarda il settore dell’istruzione, Medvedv ha firmato un accordo che include la Russia nel programma “Scienza senza Frontire”, che promuove incentivi e borse di studio a giovani brasiliani in istituzioni russe. E ancora, nel settore sport, hanno siglato accordi per lo scambio di talenti sportivi e lo sviluppo di sistemi di informazione e controllo antidoping.

Dopo la visita in Brasile, Medvedv è volato a Cuba per incontrare il primo ministro, Raul Castro. Anche in questo caso la visita rinsalda i rapporti tra i due paesi, che siglano accordi in campo militare, commerciale ed energetico. La Russia cede a Cuba aerei a medio e lungo raggio, e cancella parte del debito da 30 miliardi di dollari (accumulato nell’epoca sovietica), l’equivalente di quasi 23 miliardi di euro, offrendo un piano di rifinanziamento decennale per il resto. L’accordo sarà firmato alla fine dell’anno. Inoltre, importanti sviluppi sullo sfruttamento del petrolio, che vede i russi già impegnati al largo della costa nord-orientale di Cuba.

C.C.

 

 

 


, , , , , ,

Comments are closed.