Crea sito

Quanto hanno dichiarato nel 2012 i nostri politici?

28 febbraio 2013

ARTICOLI


images

Da pochi giorni si sono concluse le elezioni e il nostro Parlamento si rinnoverà. Si rinnovano le poltrone, ma le richieste pressanti dei cittadini rimangono le stesse. Una delle richieste è la trasparenza sui guadagni degli onorevoli. Ma ecco arrivare le dichiarazioni dei redditi di onorevoli e senatori per il 2012, consultabili a Monte Citorio e Palazzo Madama. Su 945 parlamentari solamente 224 hanno firmato la liberatoria e consentito la consultazione. C’era da aspettarselo.

Riepiloghiamo un pò il tutto. Partiamo dal più ricco, ovviamente parliamo di Silvio Berlusconi, che ha dichiarato un reddito, per il 2011, di 48.180.792 euro. Il dato interessante è che, rispetto alla dichiarazione prima, è cresciuto di ben oltre 8 milioni nonostante che le sue proprietà, di fatto siano rimaste praticamente le stesse (ad Antigua i suoi immobili sono scesi da tre a due).Il reddito di Berlusconi nel 2009 era di 23.057.981, l’anno precedente invece di 14.532.538. Il leader del Pdl si conferma come l’uomo politico più ricco del Parlamento italiano.

 

Andiamo avanti. Dopo Berlusconi, Amato Berardi (Pdl) resta il più ricco della categoria. Il deputato eletto all’estero nella circoscrizione America settentrionale e centrale, ha dichiarato un reddito complessivo relativo al 2011 di 4,3 milioni di dollari pari a circa 3,2 milioni di euro. Il presidente del Consiglio Mario Monti ha invece dichiarato un reddito imponibile di 1.513.030 milioni di euro, mentre la sua consorte, signora Elsa, dichiara invece un reddito imponibile di 20.894 euro.

I segretari di partito: Angelino Alfano è il più ricco (reddito imponibile di 189.428) seguito da Antonio Di Pietro (reddito imponibile di 174.864 euro). Al terzo posto dei segretari, salendo nella classifica rispetto ai primi due (forse al Trota sono stati fatti un po’ di dovuti tagli?) troviamo Umberto Bossi (reddito imponibile pari a 161.542 euro). Seguono il segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa, con un reddito di 148.310 euro e il leader del Pd, Pierluigi Bersani, con 137.973 euro. Agli ultimi posti si piazzano il vicepresidente di Fli, Italo Bocchino, con 125.592 euro e il numero uno dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, con 116.074 euro.

Il più povero di tutti? Antonio Borghesi (Idv), con 106.193 euro di reddito imponibile.

 

 


, , ,

Comments are closed.