Crea sito

Le città che cresceranno di più entro il 2020.

21 dicembre 2014

ARTICOLI


Il modello di metropoli che conosciamo oggi è il risultato delle grandi migrazioni che si sono verificate nel primo decennio di questo secolo, e che hanno portato migliaia di persone a trasferirsi dalle campagne alle aree urbane. Questi cambiamenti  sono cominciati subito dopo la seconda guerra mondiale e ora hanno raggiunto il loro apice: per la prima volta, più della metà della popolazione mondiale vive nelle città (51,3%). Ma quali sono le città che crescono più rapidamente?

La fine del 2014 si avvicina ed è tempo di tirare somme. Ma perché no, anche di fare previsioni. Come quelle che riguardano la crescita demografica urbana fino al 2020, ad esempio, costruite dal sito City Mayors (www.citymayors.com) specializzato negli studi sulle aree urbane. Nelle prime 100 posizioni si trovano molte città africane e dell’area India-Pakistan. Nessuna traccia, o quasi, di centri europei tra i primi 100; al 61° posto si trova la città di Bursa, in Turchia.

10. Chittagong, Bangladesh

Percentuale del tasso di crescita della popolazione 2006 – 2020: 4,29%

chittagong

Chittagong è il maggior porto e la seconda città del Bangladesh con i suoi 3.900.000 abitanti. È il centro dei commerci e la città che ospita le compagnie più grandi del Paese. Molto sviluppato tutto il comparto manifatturiero, con particolare riguardo alla lavorazione della pelle. Altre attività sviluppate riguardano la lavorazione della juta, i cibi surgelati, mentre tra le grandi industrie vanno segnalate quella automobilistica e quella chimico-farmaceutica. I commerci via mare riguardano soprattutto cotone, riso, spezie, zucchero e tabacco. Altra attività particolare legata al porto è quella della demolizione di grandi imbarcazioni, introdotta nel 1969. Attività condotta senza attrezzature adeguate e fonte di inquinamento a causa degli smaltimenti indiscriminati di varie sostanze, anche tossiche, nonché causa di sfruttamento di manodopera.

9. Dar es Salaam, Tanzania
Media della crescita di popolazione 2006 – 2020: 4,39%

640px-Dar_es_Salaam

Questo porto si trova su un’importante rotta marina. Si tratta di una metropoli post-coloniale che è diventata il più importante centro commerciale della Tanzania. Il livello di industrializzazione è relativamente alto (a paragone di quello del resto del Paese). Per il porto di Dar es Salaam transitano merci di esportazione provenienti, oltre che dall’entroterra tanzaniano, anche da Zambia, Burundi, Malawi, Ruanda, Uganda, Zimbabwe.

8. Lagos, Nigeria
Percentuale del tasso di crescita della popolazione 2006 – 2020: 4,44%

Lagos,_Nigeria_57991

Costruita sulla terraferma e su una serie di isole che circondano la laguna omonima, Lagos è sempre stata una città molto importante nell’ambito del commercio atlantico. Infatti la sua posizione ne fa uno dei pochi porti naturali della costa atlantica e di conseguenza uno dei luoghi di maggior contatto con gli europei. Nell’ultimo secolo è stata oggetto di ingenti flussi migratori, che hanno portato la sua popolazione a crescere esponenzialmente. In particolare, oltre a cittadini provenienti da tutta la Nigeria, si sono insediati nella zona immigrati provenienti dalle altre nazioni dell’Africa occidentale, e molti ex-schiavi creoli provenienti da Freetown in Sierra Leone, dal Brasile e dalle Indie occidentali.

7. Faridabad, India
Percentuale del tasso di crescita della popolazione 2006 – 2020: 4,44%

640px-Faridabad

Faridabad, a soli 25km da Delhi, è un centro industriale nello stato dell’Haryana ed è famosa per la produzione di enné. Dovrebbe entrare a far parte del Delhi Mumbai Industrial Corridor.

6. Bamako, Mali
Percentuale del tasso di crescita della popolazione 2006 – 2020: 4,45%

Bamako

Buon porto fluviale e principale centro amministrativo e commerciale del Mali, di cui è anche capitale, è un centro attivo nella produzione di caucciù, resina e legname, così come nel tessile, nella lavorazione della carne, nella manifattura di oggetti in metallo e nel settore ittico. È scalo aereo internazionale.

5. Kabul, Afghanistan
Percentuale del tasso di crescita della popolazione 2006 – 2020: 4,74%

kabul

I suoi prodotti principali comprendono: materiale militare, tessuti, mobili, e barbabietola da zucchero, anche se le guerre che si susseguono dal 1979 hanno limitato la produttività economica della città. Kabul resta una delle città più minate del mondo. Attualmente la ricostruzione della città sta attraendo milioni di dollari e numerosi investitori esteri, impegnati nel ripristino di vari servizi e attività, come trasporti pubblici, sistema alberghiero e finanziario.

4. Surat, India
Percentuale del tasso di crescita della popolazione 2006 – 2020: 4,99%

surat

Surat riveste grande importanza per le sue imprese tessili (è chiamata “la Manchester dell’India”) e della lavorazione dei diamanti. Si stima che il 90% dei diamanti commercializzati nel mondo siano lavorati a Surat. Surat ha anche uno dei più alti tassi di crescita del PIL in India (11,5% nel 2008).

3. Sana’a, Yemen
Percentuale del tasso di crescita della popolazione 2006 – 2020: 5%

sanaa

Sana’a è Patrimonio dell’Umanità UNESCO, tutto merito di Pasolini: nel 1970 girò a Sana’ alcune scene del film “Decameron”; l’ultimo giorno delle riprese, colpito dalle bellezze della città, iniziò a girare “Le mura di Sana’a”, un breve documentario in forma di appello all’UNESCO. Già capitale dello Yemen del Nord, dal 1990 è la capitale dello Yemen riunificato. Situata al centro di un vasto altopiano, è cinta da mura e con tipici palazzi yemeniti a più piani; centro commerciale, culturale ed economico del Paese. È divisa da mura interne in tre quartieri (arabo, turco ed ebraico). Secondo la tradizione la fondazione della città risale a tempi biblici; fu fondata da Sem, figlio maggiore di Noè e capostipite delle popolazioni semite.

2. Ghaziabad, India
Percentuale del tasso di crescita della popolazione 2006 – 2020: 5.20%

india

Ghaziabad ha avuto un vero e proprio boom economico aiutato dalla vicinanza con Delhi, a soli 19km. Sono state trovate tracce di civiltà datate al 2500 a.C., ma ora la città corre spedita verso il futuro, con una nuova metro e grattacieli.

1. Beihai, Cina
Percentuale del tasso di crescita della popolazione 2006 – 2020: 10.58%

beihai-2

La città che sta crescendo più velocemente al mondo è Beihai nella regione cinese di Guangxi. Questo porto si trovava sulla Via della Seta, ma ora la città è probabilmente più conosciuta per la sua Spiaggia d’Argento di 24km.  La sua posizione geografica, vicina al Vietnam, Hong Kong e Macao, ha aiutato lo sviluppo economico e del turismo.

 

 


, ,

Comments are closed.